Pagine

lunedì 22 marzo 2010

Giacobbo e la fine del mondo - VIII

Nota per chi si fosse sintonizzato solo ora: prosegue il liveblogging della lettura di 2012: la fine del mondo? di Roberto Giacobbo, sconsigliato ai deboli di cuore. Di tanto in tanto il prof. S.C. si fa prendere dalla curiosità, e scompare in biblioteca per cercare di capire come stiano davvero le cose. Un po' per questo e un po' perchè il libro è francamente noioso, il prof. S.C. sta tirando avanti 'sta storia da novembre. Le stime più accreditate dicono però che ce la farà a finire il libro prima che finisca il mondo, il 21 dicembre del 2012. Le puntate precedenti sono qui, qui, qui, qui, qui, qui, qui e qui.

Il temibile capitolo Il confronto con la scienza è, molto comodamente, diviso in sottocapitoli. Il primo è lungo solo una paginetta e si intitola drasticamente La Terra rallenta. Cominciamo a leggere, senza censure e con la mente aperta.
La terra compie quotidianamente un giro completo intorno al proprio asse: è questo che determina l’alternarsi del giorno e della notte.
OK, fin qui ci siamo.
La Luna esercita da sempre un’azione frenante sulla Terra perché il nostro pianeta ruota su se stesso più velocemente di quanto non faccia la Luna nel suo moto di rivoluzione intorno alla Terra.
Mah. Molto impreciso ma saremo generosi. Tiriamo avanti.
A partire dagli anni Sessanta del Novecento la forza dell’attrazione gravitazionale esercitata dalla Luna ha cominciato a crescere e il nostro pianeta a rallentare sempre di più.
Ecco, e stava andando così bene. Cosa vuol dire che la forza dell’attrazione gravitazionale cresce? E prosegue dicendo che il rallentamento non è lineare ma esponenziale, cioè che la Terra dapprima rallenta piano piano per poi rallentare sempre più velocemente (bello il gioco di parole).
Il rallentamento iniziale è stato di portata infinitesima ed è stato taciuto.
Mancava appunto il complotto. Taciuto da chi? Sarà vero che il rallentamento è esponenziale, qualunque cosa intenda Giacobbo? Ce n’è abbastanza per giustificare un po’ di indagini. Davvero la Terra sta rallentando?

Il prof. Sentimento Cuorcontento si mette al lavoro. Tra qualche giorno la risposta.

13 commenti:

Emanuele Balboni ha detto...

Sì, la Terra rallenta. Mi è stato raccontato in un'aula qualche piano più in alto di dove Lei, Egregio Professore, trascorre le sue giornate lavorative. La notizia non è proprio dell'ultim'ora: il fenomeno fu posto in evidenza per la prima volta nel 1939 da Spencer Jones. Per l'esattezza: la durata del giorno sidereo aumenta di 1,6 millisecondi al secolo, ovvero 4,4*10^-8 secondi al giorno. Tutto ciò ovviamente in media e considerando la Terra un corpo rigido.
Ora, poiché ho rotto la congiura del silenzio riguardo questo complotto, se troverete il corpo di un giovane astrofisico orribilmente dilaniato saprete perché. O forse mi avveleneranno lentamente, fino a farmi assumere la letale dose di 1,6 milligrammi di veleno in un secolo.

juhan ha detto...

Secondo me la Terra sta rallentando perché sta finendo il petrolio. Ma c'è sotto un complotto e non ce lo dicono mica! Forse neanche Giacobbo. O forse anche lui non ne è al corrente.
Ma la questione che mi preoccupa è: se a forza di rallentare (per quando ne so tutte le volte che c'è di mezzo l'esponenziale si arriva prima di quanto pensi) si dovesse fermare cadrebbe? Dove?

Stefano Bagnasco ha detto...

@Emanuele:

Ecco, mi hai rovinato la suspence! E io che speravo di cavarmela con qualcosa come "Ebbene sì, rallenta ma pochino pochino, quindi state tranquilli". Mi toccherà far di meglio.

@Juhan:

I tuoi commenti tendono a diventare sempre più surreali... quando superi Giacobbo ti avverto.

S.

juhan ha detto...

OK! smetto. Però un risultato l'ho raggiunto: un mio amico non mi racconta più dei templari, anche se continua a leggere Dan Brown. Ma dai se la Terra cadesse -- No smetto davvero.

il dentista di provincia ha detto...

Signori, attenzione!
H.Spencer Jones non credeva possibili i viaggi nello spazio ed ha scritto un libro titolato: MONDI SENZA FINE.
Evidentemente non può assolutamente essere la fonte di Giacobbo, che vive di ET e fini del mondo.
Quindi prof. Sentimento riprenda ad indagare: c'è sotto un complotto!

juhan ha detto...

@ Dentista
spiegaci, hai i links? Non possiamo restare nel dubbio!

il dentista di provincia ha detto...

Sono TAAANTO, TAAANTO vecchio, per cui i miei dati si trovano per lo più in vecchi oggetti polverosi formati da tanti fogli incollati su un lato. ;)
Ma per Harold Spencer Jones basta un giro in Wiki (in inglese).
Intanto, temo che il nostro prof. Sentimento, a Frascati, abbia preferito il vino e si sia perso Voyager...e le indagni sul complotto?

Stefano Bagnasco ha detto...

Caro dentista,

per qualche ragione che non capisco i tuoi commenti finiscono tra quelli da moderare, e fino a che non me ne accorgo non vengono pubblicati.

Comunque sì, mi sono perso Voyager, ma appena torno a casa ricomincio a indagare. Non ho però capito cosa c'entri H. Spencer Jones...

S.

il dentista di provincia ha detto...

Caro Prof. Sentimento Cuorcontento, 'sta trafila è cominciata il 23 marzo ed oggi è il 16 aprile, per cui ci siamo persi per strada. Non sono Eta Beta e nemmeno Archimede Pitagorico, ma tutt'al più Ciccio di Nonna Papera e non amo fare il maestrino. Volevo invece fare una BOUTADE,(notato il francesismo?), perché nel primo commento Emanuele BALBONI(forse studente matr. 294505 a Torino nel 2007) asserisce che il primo a evidenziare il rallentamento della rotazione terrestre fu nel 1937 Spencer Jones. Ma l' Astronomer Royal negava la possibilità di viaggi nello spazio e di conseguenza la posibilità per noi di venir visitati da ET. Sir HSJ inoltre nel '35 pubblicò il libro 'Worlds without End'. Ora come può essere costui la fonte di Giacobbo che campa (riccamente) propalando fole su ET e prossima fine del mondo?
Se non fa ridere mi scuso, in realtà c'è poco da ridere.
Ciao a tutti da CICCIO DI NONNA PAPERA.

il dentista di provincia ha detto...

P.S. Ho provato con un altro PC e continua a richiedere l'approvazione. Qualcuno può dar una dritta a CICCIO ?
O è un complotto di Giacobbo?
Grazie e ciao

Stefano Bagnasco ha detto...

Aha! Il commento di Emanuele, me l'ero dimenticato. OK, adesso ho capito la storia di H. Spencer Jones... ma Giacobbo non si è mai fatto un problema di citare selettivamente, quindi potrebbe tranquillamente essere la sua fonte per la rotazione terrestre ;-)

Per la moderazione forse ho capito qual era il problema. Vedremo.

juhan ha detto...

@ Ciccio di NP
Mi fai sentire vecchio! Nel 2007 il mio numero di matricola del Poli (stiamo parlando di quello vero?) risulta superato per un fattore di 14.715 abbondante.
Per il complotto io acrei un'idea, anzi quasi una certezza ma il prof. non vuole che se ne parli :-(
Poi, sempre se sei del Poli, avrei una richiesta: si usa ancora dire "règime" al posto di "regìme"; ho una querelle (ops! un altro francesismo) con dei milanesi.

il dentista di provincia ha detto...

@ Stefano. OK (notato lo Yankeesmo?) ti ringrazio per avermi tolto la moderazione (tra un attimo vedrò se ha funzionato) in ogni caso mi farò vivo da un altro post (si dice così?).
Comunque grazie.
@ juhan Cos'è il Poli? Credo che ci sia un fraintendimento, ma se vuoi fare a chi è più vecchio, sappi che mio nonno era uno dei Mille (sì quelli di Garibaldi!). Ciao ci si rilegge altrove, è ora di chiudere questa serie.

Posta un commento