Pagine

giovedì 11 marzo 2010

Giacobbo e la fine del mondo - VII

Oho, finalmente siamo al sodo!
Il prof. Sentimento Cuorcontento, oggi a Ferrara sotto la neve, non ne poteva più di profezie fumose, ipotesi gabellate per teorie scientifiche e conclusioni affrettate. No, non ho cambiato libro, ma siamo arrivati al dunque: a pag. 107 comincia il capitolo Il confronto con la scienza, che sarà pane per i nostri denti.

O forse no? L'inizio non è dei più promettenti:
Il "Living Planet Report 2008" dichiara che, andando avanti di questo passo, la Terra si consumerà.
Nientemeno; vediamo che succede.
Un quinto della Foresta Amazzonica è stato distrutto... è in forte aumento la percentuale degli obesi... il petrolio sta finendo... stanno finendo i giovani [giuro]... non sappiamo più come smaltire i nostri rifiuti... i ghiacciai della calotta di Quelccaya in Perù si stanno ritirando... il divario tra ricchi e poveri sta raggiungendo livelli sempre più marcati... il mercato economico mondiale è al collasso... la famiglia, base della convivenza sociale, è in forte crisi... aumentano le separazioni... anche l'individuo è in crisi... sta crescendo il consumo di psicofarmaci... molte regioni della Terra sono senza acqua... la religione e lo Stato non sono più solidi punti di riferimento... l'inquinamento ha raggiunto livelli allarmanti...
Santo cielo. Non ho inventato nulla, solo pescato qua e là nelle prime tre pagine, mantenendo l'ordine esatto in cui le disgrazie sono enumerate. Insomma, un'analisi di grande profondità. Sintetizziamo: non ci sono più le mezze stagioni, e la fibra morale della Nazione si sta indebolendo.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ora ce ne sarebbe una nuova...
Prepariamoci:
Il meteorologo Madrigali: l'inverno 2010 conferma la teoria di un'era glaciale imminente
Roberto Madrigali trova nei mesi trascorsi un'ulteriore conferma della propria teoria: la Terra si avvia verso una nuova glaciazione...
Tie'... alla faccia del Riscaldamento globale... :-))

Pasqua

juhan ha detto...

Dai, ammettilo qualche volta ha ragione, come quando dice che "stanno finendo i giovani": vero, anch'io non ne faccio più parte.

@ Pasqua
Sì, adesso dura da una settimana e la sua teoria mi sembra ampiamente confermata dalla lunga serie storica.
A meno che non diamo retta ai contadini, cultori della saggezza popolare. Loro sono convinti che la primavera segua la pasqua (non te, quella giudaico-cristiana): se la pasqua viene presto anche la primavera viene presto e viceversa. Allora uno potrebbe dire: "ma quest'anno...". E invece no! Bisogna dire: "anche se la pasqua quest'anno viene presto guarda il tempo com'è".
Questo modo di vedere le cose mi sembra senz'altro superiore al cosidetto "metodo scientifico", è più elastico e più vero, sempre confermato.

@ prof. SE
Ho come la sensazione che manchi qualcosa, qualcuno anche se non saprei precisarlo così sui due piedi, qualcosa legato ai Maya o a Malta o alla Francia. Adesso chiedo aiuto a Giacobbo.

Anonimo ha detto...

E aggiungerei: non c'e' piu' rispetto per gli anziani... qui una volta era tutta campagna... non ci sono piu' le quattro stagioni... una volta i cibi erano piu' sani... oggi vanno tutti di fretta... quando c'era lui i treni arrivavano in orario... i concorsi sono tutti truccati... con il computer ormai si fa tutto... il mattone e' sempre un buon investimento... i bambini di oggi sono piu' svegli... sono sempre i migliori quelli che se ne vanno... piove sempre sul bagnato... e' tutta colpa del buco dell'ozono!
Che dite, potrei scriverlo anch'io un libro sul 2012? :D
La solita anonima

Posta un commento